Mutismo Selettivo

pubblicato in: Età Evolutiva | 0

Il disturbo fu descritto più di cento anni fa da Kussmaul, uno psicofisiologo tedesco, che parlò di afasia volontaria per descrivere il mutismo selettivo. Il DSM IV, nel descrivere il MS, pone l’accento sul comportamento di selezione del bambino rispetto ai differenti ambienti nei quali il comportamento “mutacico” è messo in atto. mutismoÈ possibile inquadrare il MS come un disturbo acquisito della comunicazione interpersonale. Questi bambini spesso rifiutano di parlare a scuola e con adulti al di fuori dell’ambiente familiare. Alcuni bambini con MS non verbalizzano con nessun coetaneo, oppure scelgono di parlare solo con un gruppo ristretto di bambini. È importante sottolineare che i bambini con MS hanno un sano apparato fonatorio, e nonostante la possibilità di parola, non parlano in alcune situazioni sociali specifiche. L’esordio del MS avviene usualmente all’asilo o nel primo periodo della scolarizzazione.

Assessment e trattamento

Sia per l’assessment che per il trattamento si utilizzano strumenti e modelli di intervento impiegati per i disturbi d’ansia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.