disturbo narcisistico - Studio PNC

StudioPNC
Psicoterapia e Neuropsicologia Cognitiva
StudioPNC

Vai ai contenuti
Trattamenti
Disturbo Narcisistico
Cos è il disturbo narcisistico?
La caratteristica essenziale del Disturbo Narcisistico di Personalità è un quadro di tendenza alla
superiorità, necessità di ammirazione e mancanza di sensibilità per gli altri.

Quali sono le principali caratteristiche di una personalità narcisistica?
Gli individui con disturbo narcisistico hanno, per la maggior parte del tempo, un’alta
considerazione di sé. Essi abitualmente esagerano le proprie capacità, apparendo spesso
presuntuosi. Credono di essere speciali, superiori, di dover essere soddisfatti in ogni loro richiesta e
di avere diritto ad un trattamento speciale.
Si aspettano che anche gli altri riconoscano il loro status di persone speciali e, nel caso in cui questo
accada, li idealizzano. Viceversa se gli altri mettono in discussione le loro qualità reagiscono con
rabbia, risultando incapaci di mettersi in discussione ed accettare le critiche.
Gli individui con disturbo narcisistico di personalità generalmente hanno difficoltà a riconoscere
che anche gli altri hanno desideri, sentimenti e necessità. Credono che le proprie esigenze vengano
prima di ogni cosa e che il loro modo di vedere le cose sia l’unico giusto universalmente, mostrando
indifferenza rispetto al punto di vista degli altri e incapacità di coglierlo. Così, per esempio, gli
individui con disturbo narcisistico possono pretendere di evitare di fare la fila e di essere serviti
immediatamente da commessi e camerieri. In ogni caso, anche se non lo pretendono, si
infastidiscono oltre modo quando si trovano a dover rispettare le attese, le regole condivise, mal
tollerando di non veder soddisfatti subito i propri bisogni.
Solitamente i pazienti narcisisti hanno un livello molto elevato di perfezionismo e vogliono che le
cose che in qualche modo riflettono la loro immagine (vestiti, auto, casa, ecc.) e le loro capacità
(studio, lavoro, ecc.) siano perfette. Purtroppo applicano tale meccanismo perfezionistico anche alle
persone più intime (es. partner o figli), nei confronti delle quali sono molto esigenti e critici, poiché
pretendono che facciano fare loro sempre “bella figura”.

Come tende a comportarsi un narcisista nelle relazioni interpersonali?
Le relazioni interpersonali del paziente con disturbo narcisistico di personalità sono dunque
tipicamente compromesse a causa di problemi derivanti dalle eccessive pretese, dalla necessità di
ammirazione e dal relativo disinteresse per la sensibilità degli altri.
Molto spesso, negli alti ruoli di qualunque gerarchia (aziendale, istituzionale, ecc.), troviamo
soggetti con personalità narcisistica, in quanto le loro caratteristiche sono funzionali alla
competizione sul lavoro. Ottengono elevati risultati senza rendersi conto di quanto molte persone
facciano le spese dei loro atteggiamenti o rimangano ferite da essi.
Nelle relazioni interpersonali le persone con disturbo narcisistico di personalità sono fallimentari.
Scelgono generalmente partner deboli e sottomessi, che li ammirano e li fanno sentire importanti.
Dopo un po’ di tempo, però, si annoiano, si sentono insoddisfatti e vanno alla ricerca di nuovi
partner, volti a stimolarli nuovamente, oppure tentano di trasformare il/la partner, manipolandoli.

Come si comportano nelle relazioni sentimentali?
Anche nell’amore vivono con un costante senso di competizione e il gusto che traggono dalla
relazione e principalmente quello di conquista. Vivono la sessualità con forte ansia da prestazione,
il che talvolta sfocia in disfunzioni sessuali, che per loro costituiscono una tragedia. I pazienti
con disturbo narcisistico di personalità, nei rari casi in cui entrano in relazioni con una persona
“al loro livello”, che non li ammira, a cui sono loro ad attaccarsi veramente, soffrono di un’elevata
ansia d’abbandono e, nel caso di una rottura, sprofondano nella depressione.
La terapia del disturbo narcisistico di personalità è molto complessa, anche per la loro totale
inconsapevolezza del disturbo e dell’effetto che esso provoca negli altri.
Trattamenti
Disturbo Oppositivo Provocatorio
Disturbo Ossessivo Compulsivo
DES e BES
Torna ai contenuti