Autismo - Studio PNC

StudioPNC
Psicoterapia e Neuropsicologia Cognitiva
StudioPNC

Vai ai contenuti
Trattamenti
Autismo
Cos’è il disturbo dello spettro autistico?
Si configura come una disabilità permanente che compare in età infantile e che accompagna il
soggetto per tutta la durata della vita.

Da cosa è caratterizzato?
È caratterizzato da un deficit persistente nella comunicazione sociale e nell’interazione sociale (che
comprende sia le difficoltà sociali che quelle di comunicazione) e dalla presenza di comportamenti
e/o interessi e/o attività ristrette e ripetitive.

Quante tpologie di autismo vi sono?
Si possono differenziare soggetti ad “alto funzionamento” e a “basso funzionamento”.
Ad “alto funzionamento” sono coloro che presentano un quoziente intellettivo nella norma o
superiore (senza disabilità intellettiva).
A “basso funzionamento” sono considerati coloro che presentano un quoziente intellettivo
inferiore alla norma (con disabilità intellettiva).

I sintomi sono uguali per tutti i soggetti che ne soffrono?
Pur condividendo alcune caratteristiche comuni, le persone con Disturbo dello Spettro Autistico
presentano una notevole variabilità individuale nella manifestazione dei sintomi, e la loro
espressione e gravità variano nel tempo, a seconda delle richieste dell’ambiente.

Quando si parla di permanenza e gravità dello spettro?
Quanto più precoce è la diagnosi, tanto più tempestivamente si può iniziare un intervento educativo,
in grado di ridurre la gravità dei sintomi e migliorare la qualità della vita del bambino con Disturbo
dello Spettro Autistico e delle loro famiglie.

Come è possibile trattare il disturbo dello spettro autistico?
Tra i trattamenti adottati ci sono:
● terapia comportamentale: ci si focalizza sulla gestione dei comportamenti in alcuni
contesti specifici, come a casa o a scuola;
● logopedia: intervento importante per stimolare la comunicazione, ad esempio attraverso la
scrittura e le immagini;
● talvolta fisioterapia e terapia occupazionale: soprattutto se il soggetto soffre di problemi
dal punto di vista motorio;
● terapia farmacologica: permette di ridurre alcuni sintomi, come gesti rituali o
atteggiamenti aggressivi;
● i programmi intensivi basati sui principi dell’analisi comportamentale applicata (Applied
Behavior Analysis – ABA), in grado di promuovere lo sviluppo delle abilità cognitive (QI),
il linguaggio e i comportamenti adattativi;
● parent training : rivolto ai genitori per guidarli nella gestione delle problematiche
quotidiane ed aiutarli ad interagire con i loro figli secondo principi che promuovono lo
sviluppo delle abilità sociali e che riducono i comportamenti problema.
Trattamenti
Bulimia
Coping Power Program
DBT per adolescenti
Torna ai contenuti