Ansia Sociale

pubblicato in: Età Adulta | 0

ansia2Il disturbo d’ansia sociale è caratterizzato da ansia significativa indotta dal timore di esporsi a determinate situazioni interpersonali o a prestazioni in pubblico.
Il soggetto teme di essere considerato impacciato, stupido, fragile, incapace e pertanto evita sistematicamente di trovarsi in situazioni che considera delle vere e proprie prestazioni.
Il disturbo interessa circa il 9% delle donne e il 7% degli uomini.
Il soggetto affetto da ansia sociale manifesta i seguenti sintomi:

  • paura marcata di una o più situazioni sociali nelle quali la persona è esposta a persone non familiari o al giudizio degli altri
  • la persona riconosce che la paura è irragionevole ed eccessiva
  • le situazioni temute sono evitate o sopportate con disagio
  • l’ansia, l’evitamento, o il disagio interferiscono significativamente con le abitudini della persona,con il funzionamento lavorativo o con le attività sociali e relazionali
  • la paura o l’evitamento non sono dovuti agli effetti di sostanze psicotrope o da un altro disturbo psicologico

fobia_sociale2Le situazioni che innescano allarme e disagio tra le persone affette da questo disturbo includono parlare in pubblico, effettuare attività sotto lo sguardo altrui, firmare un documento davanti a degli osservatori. Il soggetto si preoccupa che la sua ansia sarà evidente per il fatto che gli potrebbe accadere di sudare, arrossire, tremare, vomitare, parlare con voce flebile e incerta, iperventilare. Queste persone paventano di poter perdere il filo del discorso e non ricordare più nulla di ciò che avevano da dire o che non riusciranno a trovare le parole per esprimersi. Sia nell’ansia sociale interpersonale che in quella in pubblico l’angoscia deriva dall’aspettativa che se le proprie prestazioni risulteranno inadeguate o insoddisfacenti ci si sentirà umiliati e imbarazzati.
L’evitamento ha quindi lo scopo di sottrarsi a tale esperienza. Il timore generalmente si manifesta con ansia anticipatoria che poi evolve in vera e propria crisi d’ansia all’atto dell’esposizione nella situazione temuta.
La paura di esporsi al giudizio altrui provoca emozioni di vergogna, tristezza e senso di sconfitta.
A differenza del disturbo d’ansia generalizzato nella fobia sociale il soggetto teme solo situazioni sociali.

 

Assessment e trattamento
Come per il disturbo d’ansia generalizzato la fase di assessment parte dalla condivisione del problema e dall’analisi delle situazioni problematiche che creano disagio.
Molto utile per il trattamento di questo tipo di disturbo, l’utilizzo di tecniche cognitivo comportamentali che comprendono la ristrutturazione cognitiva, l’uso della esposizione graduale, dell’automonitoraggio, e della desensibilizzazione sistematica.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.